MuMa Museo del Mare

Il Museo del Mare e della Navigazione di Sant’Antioco: i Maestri d’Ascia, la laguna e la navigazione.
Museo del Mare e della Navigazione di Sant’Antioco si inserisce nel quadro della ricca offerta culturale dell’isola di Sant’Antioco, in stretta connessione con un elemento fondamentale della vita della città antica e moderna: il mare. Attraverso il recupero e la messa in luce della tradizione storica e culturale dei Maestri d’Ascia, viene messa a sistema la conoscenza della risorsa naturalistica rappresentata dalla laguna e il suo legame con il patrimonio marittimo costiero della Sardegna, rappresentato dalla rete dei fari e dei semafori dedicati al controllo e alle segnalazioni marittime. I Maestri d’Ascia erano storicamente considerati dei professionisti di spicco all’interno dei vecchi cantieri navali, veri e propri esperti nello scegliere il tipo di legname adatto di cui riuscivano a riconoscere l’essenza e, in base alle caratteristiche, la corretta localizzazione all’interno dell’imbarcazione. La loro maestria consisteva nel saper adattare il ceppo di legno originale alla sua destinazione, sagomandolo con un attrezzo chiamato, appunto, “ascia”. Sant’Antioco è, oggi, uno dei pochissimi comuni in Italia in cui questa tradizione sopravvive, con la pratica della costruzione di barche in piccole aziende a conduzione famigliare. La missione del Museo del Mare e della Navigazione di Sant’Antioco è quindi quella di rivalutare il patrimonio culturale legato alla storia e alla figura dei Maestri d’Ascia, valorizzandone l’eccellenza e conservandone la memoria, per renderle fruibili a un vasto pubblico attraverso la testimonianza dei protagonisti, riportata nei documentari, la matericità delle imbarcazioni e degli attrezzi, il racconto contenuto nei testi e nelle immagini.