Siete qui Home Rassegna Stampa Enel: frequente disservizio di distribuzione


Enel: frequente disservizio di distribuzione

PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 07 Agosto 2013 20:17

Forte denuncia del sindaco di Sant'Antioco Mario Corongiu contro L'Enel distribuzione che da diversi giorni ormai fa registrare una marea di problemi in alcune zone del paese lasciando senza energia elettrica il centro urbano e le attività commerciali. Il Sindaco dopo ll'ennesimo e non più improvviso black-out ha deciso di reagire in difesa dei cittadini di Sant'Antioco inermi di fronte al gigante della distribuzione dell'energia elettrica che ormai con cadenza sempre più vicina vede l'interruzione dell'energia elettrica con conseguenti problemi sopratutto di natura economica.

Mario Corongiu quindi ha deciso di passare ai fatti. Come? Semplice, sarebbe intenzionato a promuovere un'azione legale contro l'Enel per interruzione di pubblico servizio, inserendo naturalmente nella pratica legale l'elenco dei mancati incassi e deterioramento merci delle attività commerciali. In particolar modo il disservizio colpisce Bar e locali notturni del centro, quindi idanni ammonterebbero a cifre consistenti. "Un tempo a Sant'Antioco si diceva che con la pioggia mancava la luce – dice il sindaco Corongiu – ma adesso manca anche in periodi di siccità. Non è più accettabile questo atteggiamento, anche perchè sembrerebbe il risultato di una carenza strutturale alla quale l'Enel distribuzione deve porre rimedio nella maniera più assoluta". Qualcuno anche quest'anno rimane in attesa che vada a fuoco la cabina di trasformazione dell'Enel a Maladroxia.

Ma perchè va a fuoco? "Ogni anno il 14 agosto, sembra ormai un appuntamento fisso – dice Luca Cabras, consigliere comunale di Sant'Antioco – e quest'anno? Staremo a vedere". Intanto le lamentele dei cittadini e sopratutto dei commercianti, ormai non si contano più mentre nella piazza Italia i coretti dei giovani al buio forzato intonano slogan contro l'Enel e l'innovazione tecnologica che evidentemente da queste parti non è di casa, perchè rimasta bloccata nelle pubblicità televisive. Quindi, sull'orlo di una crisi di nervi e di una marea di denucie che potrebbero fioccare a breve contro Enel distribuzione, per mancato guadagno e interruzione di pubblico servizio, il commento finale è d'obbligo. La trinità dell'Enel ha evidentemente una parte debole, una costola che non funziona e tanta gente che non è più disposta ad aspettare i tecnici e gli operai che arrivano sempre, fino al ripetersi del guasto, il solito guasto, quello che manda su tutte le furie gli abitanti di Sant'Antioco, sindaco in testa.