Siete qui Home


618482

Il Carignano del Sulcis “Arruga” 2014 della cantina Sardus Pater di Sant’Antioco conquista prestigiosi traguardi al Vinitaly 2018, 52esima edizione svoltasi nei giorni scorsi a Verona. Con 92 punti su 100, il Carignano di Sant’Antioco è stato premiato dalla guida 5StarWines THE BOOK di Vinitaly,  importante riconoscimento che premia lo sforzo delle aziende che investono nel continuo miglioramento qualitativo dei propri prodotti. Arruga (che in lingua sarda significa strada, quella che si percorre per raggiungere la vigna) è una Carignano del Sulcis DOC Superiore. «Per noi è un grande orgoglio – commenta il sindaco Ignazio Locci – è un riconoscimento che premia il lavoro della nostra Cantina, proiettata verso la crescita e il miglioramento dei prodotti locali: il vino è una delle eccellenze antiochensi e questi riconoscimenti rappresentano uno stimolo a fare sempre meglio».

   
PDF  Stampa  E-mail  Martedì 17 Aprile 2018 12:27

workshop

Si è chiuso con il workshop dedicato agli operatori turistici locali l’Educational Tour nell’isola di Sant’Antioco per la promozione integrata del territorio rivolto a possibili mercati di riferimento come Gran Bretagna, Francia e Germania, quali potenziali paesi interessati ai territori del Sulcis. Questa mattina, presso gli spazi del MuMa Hostel di Sant’Antioco, i 12 buyer internazionali ospiti alla 659° Festa di S.Antioco Martire hanno incontrato gli operatori locali delle attività turistico - ricettive: un tavolo di incontro tra domanda e offerta nel quale gli addetti del territorio hanno potuto presentare i propri “pacchetti”. Un’occasione importante, che pone il sigillo all’Educational Tour organizzato dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con ENIT (Agenzia Nazionale per il turismo internazionale) – Agenzia di Londra, che ha offerto la propria collaborazione proponendo il coinvolgimento di 12 operatori del Turismo Internazionale che, nella tre giorni della Festa, sono stati portati alla scoperta di Sant’Antioco attraverso percorsi enogastronomici, culturali e paesaggistici.

«Siamo soddisfatti: l’Educational tour è una delle azioni che abbiamo messo in campo per la promozione turistica del territorio – spiega l’assessore al Turismo Roberta Serrenti –. E questo, in particolare, è il primo passo di un lungo cammino che ci auguriamo possa offrire risultati concreti. Tra sei mesi, infatti, verrà stilato un primo bilancio per capire in che termini si sono intrecciati i rapporti di collaborazione tra tour operator internazionali e operatori locali. La Festa di S.Antioco è stata una vetrina importante: grazie all’ampio cartellone di appuntamenti che ha saputo coniugare varie tipologie di offerte, abbiamo mostrato il meglio della nostra isola. Auspico che la nostra comunità possa raccogliere presto i frutti di questo lavoro».

 
PDF  Stampa  E-mail  Venerdì 13 Aprile 2018 09:35

Immagine coordinata

Prenderanno il via domani le celebrazioni della 659° Festa di S.Antioco Martire, in programma da sabato 14 a lunedì 16 aprile, tra cultura, fede, tradizione, enogastronomia e spettacoli di intrattenimento. Si parte alle 10.00, presso il Municipio (piano terra), con l’inaugurazione della mostra “Arte in Comune”, realizzata dai ragazzi delle classi seconda, terza, quarta e quinta E del Liceo Statale Emilio Lussu di Sant’Antioco, indirizzo “design”. A seguire, alle 11.00, appuntamento nel Palazzo del Capitolo, in Piazza De Gasperi, con il taglio del nastro della mostra “Aetherium” dell’artista di fama internazionale Jacopo Scassellati (l’allestimento resterà in esposizione fino al 15 maggio). Jacopo Scassellati è definito dalla maggior parte dei critici uno dei più grandi giovani talenti italiani nella pittura e nella ceramica degli ultimi anni. Le sue opere oggi sono esposte in una prestigiosa galleria d'arte di Barbizon, a pochi chilometri da Parigi, e al museo Sanna di Sassari, nella mostra "Nel segno di Ares - Armi di guerra, frammenti di pace". La mattinata si chiuderà alle 12.00, ancora una volta in Municipio, presso la sala consiliare, con il conferimento delle Civiche Benemerenze (Premio Città di Sant’Antioco) agli sportivi antiochensi che nel 1990, con indosso la maglia dell’Olimpia Sant’Antioco, conquistarono la promozione nel campionato di serie A2 di volley nazionale. Un traguardo prestigioso che ha segnato la storia della pallavolo sarda: l’Olimpia fu infatti la prima squadra isolana a far parte dell’élite della pallavolo nazionale.

Alle 18.00, da Piazza Santa Maria Goretti, partirà la tradizionale processione de “Is Coccois”: pellegrinaggio verso la Basilica di Piazza De Gasperi per la tradizionale benedizione de “Is Coccois” offerti al Santo, che si terrà alle 18.30 con la santa Messa e la distribuzione del pane ai devoti. Sempre alle 18.30, in Piazza Italia, verrà inaugurato un evento del tutto inedito: la prima edizione della Fiera Enogastronomica, con stand provenienti da tutta la Sardegna, vendita di prodotti tipici della tradizione ed esibizione dei gruppi folk presenti alla fiera. La prima giornata di festeggiamenti in onore del Santo Patrono si concluderà alle 21.00, in Piazza Umberto, con la grande musica dei “Sud Sound System &Bag a Riddim Band”, formazione del Salento che muove tra sonorità raggamuffin e dancehall reggae, combinando ritmi giamaicani e sonorità locali, come l’uso del dialetto salentino e le ballate di pizzica e tarantella.

 

CamineRas a SantAntioco

Ritorna il camper di “CamineRas” a Sant’Antioco. Dopo il successo del 17 e 18 febbraio scorsi, in occasione delle celebrazioni della 659° Festa di S.Antioco Martire, Patrono della Sardegna, il camper itinerante della Regione Sardegna “Camineras” sarà nuovamente a Sant’Antioco. L’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) della Presidenza della Regione sarà a disposizione in piazza Umberto, nelle giornate di domenica 15 e lunedì 16. CamineRas è un’unità mobile che raggiunge il cittadino toccando le tappe di un vero e proprio tour in giro per i Comuni, ed esprime l’idea di un tipo di comunicazione istituzionale fatta di interazione e di ascolto. Un’interazione trasparente tra i cittadini e gli operatori della pubblica amministrazione.          

In particolare, “CamineRas” fornisce informazioni sui procedimenti amministrativi e sui servizi erogati dalla pubblica amministrazione, al fine di promuoverne l’utilizzo, laddove possibile, più efficace ed autonomo. Tra i servizi offerti, l’attivazione della Tessera Sanitaria come Carta Nazionale dei Servizi e firma digitale (TS-CNS) con consegna gratuita dell’apposito kit. Con “CamineRas”, inoltre, è possibile: accedere agli atti e ai documenti amministrativi attraverso la visione e la riproduzione in copia degli stessi e avere copia della modulistica; avere informazioni sui procedimenti amministrativi, sul loro avvio, sull’iter delle pratiche e sugli uffici titolari delle stesse; conoscere le attività dell’amministrazione e sul suo funzionamento; prendere visione di leggi, delibere, regolamenti regionali e consultare il Bollettino Ufficiale della Regione; ottenere informazioni sui corsi di formazione professionale regionali e sui concorsi, ottenendo copia dei bandi.

 

Civiche Benemerenze agli sportivi antiochensi che nel 1990, con indosso la maglia dell’Olimpia Sant’Antioco, conquistarono la promozione nel campionato di serie A2 di volley nazionale. Un traguardo prestigioso che ha segnato la storia della pallavolo sarda: l’Olimpia fu infatti la prima squadra isolana a far parte dell’élite della pallavolo nazionale. Nella stagione sportiva 1989/90, l’Olimpia militava nel campionato di B1 e proveniva da alcune stagioni disputate al vertice. La promozione in A2 arrivò dopo un testa a testa durato sette mesi con la Sestese Volley e la 4Torri Ferrara Volley.

In occasione della ricorrenza del Santo Patrono, sabato alle 12.00, presso l’aula consiliare, verranno consegnate le Civiche Benemerenze “Premio Città di Sant’Antioco” alla società VBA Olimpia Sant’Antioco e agli antiochensi che, a diverso titolo, hanno contribuito alla promozione dell’Olimpia nella serie A2, rendendosi protagonisti di un’impresa epica. Si tratta dei giocatori Giuseppe e Giampiero Lai, Graziano Longu, Francesco Sabbatino e Giuseppe Puddu. Il premio verrà inoltre consegnato ad Angelo Mocci, dello staff tecnico, Antonio Locci, Presidente dell’epoca, e Salvatore Uccheddu, in rappresentanza della tifoseria “Commando Lions”.

 

In vista della Festa di S.Antioco Martire, in programma dal 14 al 16 aprile, esigenze di pubblica sicurezza e incolumità pubblica impongono una regolamentazione del traffico stradale provvisoria, in osservanza della cosiddetta “Circolare Gabrielli”, allo scopo di limitare il più possibile disagi e ingorghi derivanti dalla maggiore affluenza che si registra in occasione delle celebrazioni del Santo Patrono. Il Settore Vigilanza del Comune ha per questo emanato un’ordinanza che disciplina la circolazione stradale per una durata temporanea e limitata ai festeggiamenti.

In particolare, si segnalano limiti e restrizioni relativi a buona parte del centro cittadino: «Abbiamo dovuto predisporre un piano della sicurezza molto dettagliato sotto l’occhio attento della Prefettura e della Questura, con la collaborazione delle forze dell’ordine locali – spiega il sindaco Ignazio Locci – al fine di applicare tutte le norme antiterrorismo in vigore per le manifestazioni civili e religiose. Occorre guardare al centro della città come a una grande isola pedonale, sulla scorta di quanto viene fatto nei mesi estivi. Il traffico subirà rallentamenti e limitazioni. E per questo mi rivolgo ai cittadini, chiedendo loro di portare pazienza e di collaborare, utilizzando le vetture solo in caso di necessità. Nella tre giorni della Festa, fare una passeggiata a piedi per recarsi in centro sarebbe l’ideale».

Si segnala che in occasione dei concerti che si terranno sabato e domenica in Piazza Umberto, in tutto il centro abitato sarà vietata la vendita di bibite e bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro, dalle 20.00 alle 04.00. È invece consentito il commercio di bevande in lattine e altri contenitori in plastica previa apertura e rimozione del tappo. Stessa regolamentazione sarà in vigore in occasione della processione di lunedì 16. Ma in questo caso il divieto scatterà a partire dalle 16.00.

pdfScarica l'Ordinanza

 
PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 11 Aprile 2018 11:13

Testamento-biologico

Da oggi è possibile affidare al Comune di Sant’Antioco le Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), conosciute anche come Testamento biologico. Per procedere al deposito delle DAT e all'iscrizione nel registro comunale è necessario fissare un appuntamento, telefonicamente al numero 0781/8030245, o tramite e-mail scrivendo all’indirizzo:             Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . L'interessato (disponente), il giorno fissato per il deposito, dovrà presentarsi di persona, munito di un documento d'identità valido, delle DAT in busta chiusa e del modulo di richiesta di iscrizione al registro (scaricabile dal sito internet www.comune.santantioco.ca.it) che dovrà essere sottoscritto davanti all'ufficiale di Stato Civile.         

L'operatore dell'Ufficio di Stato Civile non prende parte alla stesura delle DAT, né fornisce informazioni in merito al contenuto delle stesse. Coloro che necessitano di aiuto per la stesura possono rivolgersi alle associazioni di riferimento che si occupano del tema. Il deposito delle DAT è gratuito. Si consideri che è prevista la possibilità di ottenere la cancellazione dal registro e di ritirare le disposizioni anticipate di trattamento previa richiesta scritta presentata personalmente dal disponente all'Ufficiale di Stato Civile del Comune.

Le disposizioni anticipate di trattamento sono regolamentate dall’art. 4 della legge219/2017, entrate in vigore il 31 gennaio 2018. Per DAT - Disposizioni anticipate di trattamento - si intendono gli atti con i quali una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere (in previsione di una eventuale futura incapacità a prendere decisioni in autonomia e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte) esprime le proprie intenzioni in materia di trattamenti sanitari, il consenso o diniego rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e l'eventuale nomina, con atto scritto, di una persona di fiducia che la rappresenti nel rapporto con il medico e gli ospedali. Si può quindi esprimere la propria volontà di accettare o rifiutare accertamenti e terapie in momenti della vita in cui non si sarà in grado di indicare consapevolmente tale opzione, secondo il principio che “nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata”.

docModulo deposito DAT   docVademecum_consegna_DAT.doc

 
Altri articoli...
Pagina 8 di 229