Siete qui Home


1306760299 P10206311

Impermeabilizzazione della copertura, rifacimento della tinteggiatura interna, rimozione delle piastrelle cadenti, messa in sicurezza dei cornicioni esterni e sostituzione degli infissi esterni. L’Amministrazione Comunale di Sant’Antioco interviene nel palazzetto dello sport, il “Pala Giacomo Cabras”, con lo scopo di mettere la parola fine alle infiltrazioni di acqua che, quest’anno, a causa delle abbondanti piogge, si sono manifestate in diverse circostanze. «Investiamo 68 mila Euro – afferma l’Assessore ai Lavori Pubblici Francesco Garau – per una serie di lavori che ci consentiranno di restituire alle società sportive cittadine una struttura sicura e funzionale. Nello specifico, per quanto riguarda la parte esterna dell’edificio, verranno messi in sicurezza i cornicioni perimetrali, si sostituiranno gli infissi e verrà impermeabilizzata la copertura nelle parti in cui si sono verificate le infiltrazioni. All’interno, invece, i lavori prevedono il rifacimento della tinteggiatura interna ammalorata e la rimozione delle piastrelle cadenti in corrispondenza dei corridoi di passaggio. In sostanza, si tratta di lavori urgenti tesi all’eliminazione delle infiltrazioni e alla messa in sicurezza dell’immobile».

Nei giorni scorsi gli Uffici comunali competenti hanno avviato le procedure per l’affidamento dei lavori. «In attesa di vedere finalmente realizzata una struttura sportiva moderna e all’altezza delle aspettative – commenta l’assessore allo Sport Roberta Serrenti – abbiamo ritenuto doveroso avviare alcune opere non più rinviabili nel “Pala Giacomo Cabras”. Confidiamo nel lavoro degli Uffici e auspichiamo che le nostre società e associazioni sportive possano usufruire dell’edifico ristrutturato nel più breve tempo possibile. Recentemente, inoltre, la Giunta ha approvato l’atto di indirizzo per la predisposizione dei bandi di affidamento delle varie strutture sportive comunali e il palazzetto è una di queste. Vogliamo consegnarlo pienamente agibile».

 

Prosegue l’azione di coordinamento tra gli operatori commerciali in vista della programmazione degli eventi per la stagione estiva 2018. Dopo l’incontro tra operatori e amministrazione del primo giugno scorso, si replica con l’obiettivo di stilare un calendario di appuntamenti coordinato e coerente con l’insieme delle manifestazioni organizzate dal Comune. Venerdì 8 giugno, alle 10.00, presso l’aula del Consiglio Comunale, gli assessori competenti, Roberta Serrenti e Renato Avellino, incontreranno gli operatori commerciali antiochensi per portare avanti il lavoro di definizione di un cartellone di eventi che soddisfi le esigenze di tutti gli esercenti. Si auspica ampia partecipazione.

 

getsione software

Giovedì 31 maggio 2018 si è tenuto un incontro formativo sul Contributo Ambientale di Soggiorno di recente istituzione, in occasione del quale è stato presentato il software gestionale acquistato dall’Amministrazione per semplificare gli adempimenti connessi all’imposta: gli uffici comunali competenti hanno provveduto a illustrare il funzionamento del programma, rilasciando agli utenti le relative credenziali di accesso mediante il link https://imposta-soggiorno.com/santantioco/

Si ricorda che chiunque conceda in locazione immobili di proprietà (locazioni turistiche), anche per periodi inferiori a 30 giorni, è soggetto all’obbligo di richiedere il pagamento dell’imposta di soggiorno secondo le modalità indicate dal Regolamento comunale.

L’Amministrazione, attraverso l’ausilio del software di nuovo acquisto, è infatti già in grado di individuare le strutture e, in generale, chiunque in forma privata attui le locazioni turistiche nel territorio comunale. Dal controllo effettuato dagli Uffici, infatti, allo stato attuale sono emerse circa un 80% di strutture e/o immobili non censiti che dovrebbero richiedere il pagamento dell’imposta ai loro eventuali soggiornanti. Si invitano dunque gli interessati a recarsi presso l’Ufficio Tributi del Comune al fine di ottenere le informazioni necessarie per l’applicazione dell’imposta e per regolarizzare la propria posizione. Tutte le comunicazioni potranno avvenire anche via mail utilizzando l’indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Nonostante le nostre innumerevoli sollecitazioni rivolte ad Area affinché programmasse un intervento nelle palazzine di via Baden Powell teso a ristrutturare in maniera definitiva l’edificio, l’Agenzia regionale per l’edilizia abitativa risponde con una cronistoria sul “Programma straordinario di edilizia abitativa del 5/12/2007 (Lavori di recupero alloggi nel Comune di Sant’Antioco - via Matteotti e via Baden Powell”. Una risposta dalla quale emerge l’assoluta assenza di volontà a mettere mano su quelle abitazioni, abbandonate e in stato di assoluto degrado.

«Conosciamo bene la cronologia degli interventi rientranti in quel programma straordinario – commenta il sindaco Ignazio Locci – e sappiamo che le uniche operazioni effettuate sono state quelle nello stabile di via Corsi. Ciò che ci premeva sapere è se Area fosse intenzionata a risolvere i gravi problemi che insistono su via Baden Powell. Purtroppo, siamo costretti a considerare la risposta di Area come una non risposta o, meglio, come la manifestazione dell’assenza di volontà ad intervenire in edifici che mostrano evidenti segni di cedimento. Che i condomini di via Baden Powell vivano in una situazione di allerta perenne, lo testimoniano sia l’episodio di crollo di calcinacci che solo per puro caso non ha provocato incidenti, sia l’intervento dei Vigili del Fuoco che, per un intero pomeriggio, hanno lavorato sulle palazzine rimuovendo intonaci e cornicioni a rischio crollo».

In sostanza, rispetto al programma del 2007, dopo i lavori in via Corsi (che hanno impegnato poco più di un milione di euro della cifra a disposizione), è rimasta un’esigua somma per l’abbattimento delle barriere architettoniche in via Baden Powell. Lavori, peraltro, ben lontani dall’essere avviati, visto che è in corso la progettazione definitiva-esecutiva. «Voglio ricordare ad Area che nel suo Bilancio del 2018 sono stati stanziati un milione e 200 mila euro di fondi destinati alle manutenzioni per gli immobili dell’ex distretto di Carbonia – aggiunge il sindaco – e di questi, a oggi, ne sono stati impegnati soltanto 26 mila, ovvero il 2% del budget. È da quelle risorse che deve attingere per intervenire in via Baden Powell. E lo faccia al più presto, senza rifugiarsi dietro la burocrazia»

 

casa del mutilato

L’Amministrazione Comunale, insieme al Centro Commerciale Naturale Sulki, sta lavorando all’avvio del “Centro Servizi per il Territorio” nell’ex Casa del Mutilato, all’interno del quale sviluppare una serie di attività di matrice turistica. Nello specifico, si intende creare un punto informativo polifunzionale al servizio dei principali attori dello sviluppo economico dell’Isola: l’Amministrazione, le attività commerciali, i cittadini e i visitatori.

L’innovativo spazio di accoglienza e informazione vuole tradurre le esigenze del territorio locale e non in prestazioni di qualità, suggerendo le soluzioni giuste e migliori per migliorare l'appeal di Sant’Antioco. La mission di questo progetto è la naturale predisposizione del territorio all'accoglienza, che sarà pianificata, organizzata e gestita con azioni di supporto alle attività commerciali e all'amministrazione in modo che funga da volano alla creazione di una nuova casa dove gli operatori commerciali potranno “promuoversi” e vendere i loro servizi a disposizione dei visitatori, residenziali e non, che li ricercano.

Lo staff, che sarà multilingue, avrà il compito di informare le attività commerciali sulle attività promosse dal CCN e dall'Amministrazione, creando azioni di promozione per il territorio nella logica del coordinamento dei temi già emersi dall'ultimo Educational Tour avviato in collaborazione con ENIT Londra: eventi, cultura, mare, natura, enogastronomia. Obiettivo: far incontrare la domanda con l’offerta di servizi commerciali.

La promozione commerciale, pensata all’interno del “Centro Servizi per il Territorio”, è a disposizione delle imprese che vorranno aderirvi e vuole essere lo snodo strategico capace di valorizzare e promuovere le eccellenze che Sant’Antioco può offrire. L’obiettivo finale è quello di rendere Sant’Antico una destinazione esperienziale, in cui le capacità imprenditive del territorio contribuiscano alla creazione di una “coscienza” culturale che anima e gestisce il territorio e che risulti attrattiva verso domande turistiche confacenti al territorio, contribuendo ad accrescere nei turisti la curiosità a scoprire prospettive meno evidenti ma peculiari, che si tratti di enogastronomia, escursionismo, cultura, shopping, artigianato, ricettività.

Per l’adesione, le attività commerciali interessate dovranno versare un contributo e aderire al “disciplinare di qualità” che dovrà essere rispettato per il miglioramento dell’accoglienza e della competitività. Si fa presente che venerdì 8, lunedì 11 e venerdì 15 giugno, dalle 10 alle 13, uno staff di riferimento sarà presente presso la sede del “Centro Servizi per il Territorio”, al fine di fornire tutte le informazioni necessarie. Oppure, è possibile contattare il referente del CCN al numero 346/1256205, o tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

Il Consiglio comunale di Sant’Antioco, riunitosi in seduta straordinaria giovedì 31/05/2018, ha approvato all’unanimità una mozione (poi trasformata in Ordine del giorno), presentata dal gruppo politico Genti Noa, sull’attuale situazione del sistema sanitario del Sulcis-Iglesiente. Un argomento su cui tutta l’assemblea civica si è trovata d’accordo, costituendo un fronte comune per portare all’attenzione della Giunta regionale le istanze dei cittadini di Sant’Antioco e dell’intero territorio che non trovano più risposte alla legittima domanda di Salute. Come è stato evidenziato nella discussione in Consiglio, che ha visto gli interventi della maggioranza e della minoranza, i cittadini del Sulcis-Iglesiente pagano un prezzo altissimo di quella che è stata definita la Riforma del sistema sanitario sardo. Proprio su questa considerazione si fonda la presa di posizione dell’assemblea civica di Sant’Antioco che, all’unanimità, ha approvato un ordine del giorno con cui, in sostanza, impegna il Consiglio Comunale ad attivare ogni azione politica funzionale al ripristino di servizi sanitari adeguati ai diritti e alle esigenze della popolazione del Sulcis Iglesiente.

Successivamente, sempre all’unanimità, l’aula ha approvato altri due ordini del giorno legati al tema della Sanità: uno sulla Celiachia e l’altro sulla Fibromialgia. Con il primo, si chiede alla Regione di semplificare maggiormente l’erogazione dell’assistenza per i cittadini celiaci e i loro familiari. Con il documento sulla Fibromialgia, invece, si chiede alla Presidenza della Regione e alla Giunta Regionale di individuare un Centro di riferimento regionale relativo a questa patologia nell'ambito del Sistema sanitario regionale, nonché l’attivazione di corsi di aggiornamento e preparazione per medici e sanitari al fine di garantire una migliore assistenza alle persone affette da questa sindrome e l’attivazione di un codice di esenzione regionale per le prestazioni sanitarie fruibili dai pazienti affetti da Fibromialgia.

 

IMG 0570

Premiati i ragazzi dell’istituto comprensivo statale “Sant’Antioco Calasetta” che si sono aggiudicati l’edizione 2018 del premio “scuola secondaria di primo grado” del Corepla school contest. Questa mattina, nell’aula magna della Scuola Antioco Mannai,gli alunni della classe 1 B hanno ricevuto il premio direttamente dalle mani di Massimo di Molfetta, responsabile Relazioni col Territorio di Corepla. Il progetto, patrocinato da Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Sardegna e Ufficio Scolastico Regionale, si poneva l’obiettivo di diffondere le buone pratiche di raccolta differenziata degli imballaggi in plastica tra gli studenti delle scuole medie e superiori. E il lavoro dei ragazzi della scuola antiochense ha sbaragliato la concorrenza di 2.500 studenti di 65 scuole dell’intera Sardegna. Ogni studente della 1B ha ricevuto in premio un mini-tablet, mentre un tablet è invece andato all’insegnante di riferimento; l’ottimo punteggio ottenuto dai ragazzi nelle 4 prove di creatività e conoscenze sul tema della raccolta e del riciclo, ha permesso alla scuola Mannai di vincere anche un buono acquisto Amazon del valore di 500 Euro da spendere in attrezzature e forniture per la scuola

 

34018397 2042514415822384 1309777945094520832 n

Tutto pronto per la festa provinciale “Piccoli Amici”, organizzata dall’A.S.D Isola di Sant’Antioco e in programma domani, venerdì primo giugno, nello stadio Comunale di Sant’Antioco. Dopo la presentazione, prevista per le 17.00, inizieranno le competizioni sportive dedicate ai piccoli amanti del calcio: centinaia di bambini provenienti da svariati sodalizi del Sulcis, parteciperanno a questa grande festa dello sport. 

 
Altri articoli...
Pagina 3 di 229