Siete qui Home


piazzale cimitero web

Si parte con le procedure per il completamento delle opere di urbanizzazione del cimitero di Sant’Antioco. Sul piatto ci sono 170 mila euro. Al posto del piazzale sterrato, fonte di disagi per i cittadini in caso di piogge o forte vento, sorgerà una piazza parcheggio con gli spazi dedicati ai box per la vendita dei fiori e un impianto di illuminazione adeguato.L’obiettivo èincrementare la fruibilità dell’area attraverso interventi di rifacimento della pavimentazione, abbattimento delle barriere architettoniche, regimazione delle acque meteoriche e completamento del sistema di illuminazione.

«Siamo conseguenti a quanto annunciato in campagna elettorale – commenta il sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci – era nostra intenzione risolvere un’emergenza di vecchia data, giacché è inaccettabile che il parcheggio per l’accesso al cimitero sia uno sterrato disseminato di buche che, in occasione di piogge non necessariamente abbondanti, si trasforma in un acquitrino impraticabile. Con questo intervento non solo creiamo una piazza parcheggio bene illuminata, rendendo agevole l’accesso al cimitero, ma diamo anche ai commercianti presenti in quegli spazi la possibilità di svolgere il proprio lavoro in aree adeguate e dotate degli elementari servizi».

«Allo stato attuale è stata indetta la gara per l’affidamento dei servizi tecnici (progettazione) – spiega l’assessore dei lavori Pubblici Francesco Garau – successivamente si procederà alla predisposizione del bando per l’esecuzione delle opere, che dovrà avvenire entro il 2018. I lavori, invece, partiranno nel 2019. In queste fase progettuale ci si concentrerà non solo sul piazzale, ma anche sulla viabilità: verrà studiata, infatti, anche una percorribilità più sicura per i pedoni che raggiungono il cimitero passando per Via Dei Pini, con la realizzazione di un marciapiede».

 

Il Responsabile del Servizio rende noto che è in pubblicazione sul BURAS n. 46 Parte III in data 11.10.2018 l’avviso relativo all’approvazione da parte del C.C. in data 30.10.2017 n. 37 del progetto di fattibilità tecnico ed economica dell’ intervento di Messa in sicurezza e riqualificazione dell’area prospiciente la Piazza A. De Gasperi con apposizione del vincolo preordinato all’esproprio ai sensi dell’art. 9 del D.P.R. 327/2001, con adozione in variante al PUC ai sensi dell’art. 20 della L.R. 45/99 e dichiarazione di pubblica utilità.

Il Segretario Generale
Dr. Siro Podda

Sant’Antioco, 11.10.2018

 

Il Responsabile del Servizio rende noto che il C.C. con proprio atto n. 43 del 07.11.2017 ha approvato il progetto definitivo dell’ intervento di Completamento Opere di difesa spondale e adeguamento opere di attraversamento Rio S’Arriaxiu con apposizione del vincolo preordinato all’esproprio ai sensi dell’art. 9 del D.P.R. 327/2001, con adozione in variante al PUC ai sensi dell’art. 20 della L.R. 45/99 e dichiarazione di pubblica utilità.

Detta delibera e relativi allegati sono depositati a disposizione del pubblico presso l’Ufficio Segreteria del Comune per 30 giorni consecutivi decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURAS.

Entro il termine di quindici giorni, decorrenti dall’ultimo giorno di pubblicazione, chiunque può formulare osservazioni, all’approvazione del progetto succitato, indirizzando le stesse all’Ufficio Segreteria del Comune.

Il Responsabile

Arch. Jr. Paolo Pinna

 

Ordinanza chiusura scuole di Sant'Antioco per la giornata di domani, giovedì 11/10/2018 pdfORDINANZA CHIUSURA SCUOLA

 
PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 10 Ottobre 2018 09:53

piombo fuso locandina

 

lavatoio come era

Sant’Antioco siAMO noi”! Da questo presupposto nasce l’iniziativa benefica proposta da un’attività imprenditoriale locale (“Insula Immobiliare”) che, grazie alla preziosa collaborazione dell’associazione culturale “Sant’Antioco abbraccia il mare”, si pone l’obiettivo di cancellare, letteralmente, lo scempio perpetrato ai danni dello storico Lavatoio del Lungomare Caduti di Nassiriya, recentemente imbrattato dai soliti vandali. Appuntamento domenica 14 ottobre, alle 10.00, presso il Lavatoio per le operazioni di pulizia, cui seguiranno la tinteggiatura delle pareti e il ripristino dei murales deturpati. “Ripuliamo il Lavatoio” è un’iniziativa che chiama a raccolta tutti gli antiochensi, (soprattutto bambini e famiglie), con lo scopo di dimostrare che la comunità sa reagire compatta a questi inaccettabili atti di inciviltà.

Il Lavatoio, qualche anno fa, in occasione della manifestazione artistica “Al Mare che tutto unisce”, organizzata dall’associazione “Sant’Antioco abbraccia il mare” con la collaborazione del Comune, era stato sottoposto ad un’operazione di riqualificazione, sia con la cura delle aiuole verdi circostanti, sia con la tinteggiatura e l’abbellimento con murales realizzati dalle autrici Tiziana Agus, Valentina Agus e Antonietta Mascia (le quali domenica saranno presenti alla manifestazione per il recupero del loro pregiato lavoro). Era così diventato un piccolo angolo di Sant’Antioco, bello e accogliente. Poi, però, gli incivili ci hanno messo le mani.

In merito interviene il sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci, il quale si dice «soddisfatto e certo non sorpreso dal fatto che un’iniziativa simile provenga proprio dai cittadini: la comunità antiochense sa distinguersi per uno spiccato senso civico. E questo progetto ne è la dimostrazione. Quando mi è stata chiesta l’autorizzazione a ripulire il Lavatoio non ho esitato un attimo: ho semplicemente ringraziato, mettendo a disposizione gli Uffici Comunali per ogni evenienza. Occorre guardare ai beni antiochensi, dalla Fontana Romana al Lavatoio per citarne solo alcuni, come a un qualcosa di proprio, che appartiene all’intera collettività, né al Comune in quanto istituzione, né a nessun altro: la Cultura è di tutti. Auspico un’ampia partecipazione di cittadini, nella speranza che possa costituire un esempio per tutti».

 

Campo stadio comunale web

Il Comune di Sant’Antioco investe 320 mila euro per manutenzione e messa norma dello stadio comunale di via Amerigo Vespucci. Nello specifico si interverrà sulle “torri faro”, nelle vie di uscita (esodo) dalla struttura e nell’illuminazione di emergenza. Dell’intero ammontare di quanto messo sul piatto per la realizzazione delle opere, il Comune stanzia 120 mila euro di fondi propri e i restanti 200 mila sono invece il frutto della partecipazione al bando promosso dalla Regione “Avviso pubblico rivolto agli enti locali della Sardegna per la realizzazione di interventi di riqualificazione degli impianti sportivi. Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020. Patto per lo sviluppo della Regione Sardegna. Area Tematica 1- Linea di azione 1.10.4 “Impiantistica sportiva”. «La partecipazione al bando ci premia – commenta il sindaco Ignazio Locci – grazie al prezioso lavoro degli Uffici comunali riusciamo a portare a casa 200 mila euro di fondi europei che ci consentiranno di intervenire su una struttura sportiva che da tempo reclama lavori. L’impegno che siamo profondendo sta dando i suoi frutti: proseguiremo su questa strada per la crescita di Sant’Antioco».

Gli interventi riguarderanno le “torri faro”, ovvero le strutture che danno luce al campo (in erba sintetica) e alle tribune. Queste verranno sostituite integralmente e saranno dotate di moderni impianti di illuminazione, che ridurranno al minimo i disturbi visivi e porteranno i livelli di “luce” a quanto previsto dalla disciplina. Inoltre, il progetto prevede anche la sostituzione dei due portoni delle uscite di emergenza, via Montello e via Rovereto, e saranno entrambe munite di maniglione anti panico. E sempre sulle vie di uscita, è prevista la sostituzione del portone scorrevole dell’ingresso principale sul lungomare Vespucci. Tutte le vie di esodo saranno adeguatamente illuminate per consentire la loro percorribilità in sicurezza.

 

Nuove tariffe per i servizi “Nido D’Infanzia” e “Primavera” del Generale Carlo Sanna. La Giunta Comunale di Sant’Antioco, con la delibera N° 184 del 05/10/2018, rimodula l’impegno di spesa del Comune per l’avvio dei servizi (ricalibrato non più su 50 bambini, bensì su un massimo di 30) e soprattutto le tariffe di accesso, che scendono da 300 a 250 euro per il tempo parziale e da 400 a 350 euro per il tempo pieno. L’impegno di spesa passa da 156 mila ai 119 mila euro attuali. «Abbiamo accolto le richieste delle famiglie giunte all’Amministrazione Comunale e in parte le giuste obiezioni dell’opposizione consiliare – commentano Eleonora Spiga e Rosalba Cossu, rispettivamente assessore ai Servizi Sociali e alla Pubblica Istruzione – siamo certi di poter garantire un servizio adeguato e moderno, funzionale e all’altezza delle aspettative. Siamo felici di avere riportato a Sant’Antioco, a costi più accessibili, i servizi dedicati alla famiglia, in una struttura storica, profondamente rivisitata e a misura di bimbo».

Dei circa 300 metri quadri che lo compongono, ogni singolo centimetro del Generale Carlo Sanna è stato concepito per soddisfare un solo principio: accogliere i piccoli e promuovere la loro crescita insieme alle famiglie. Sono presenti la “Stanza dei Sogni” per il riposino, gli spazi esterni dell’Orto “Montessori”, i giocattoli colorati e i piccoli arredi a misura di bambino. Non mancheranno attività laboratoriali innovative, giochi costruttivi ed esperienze coinvolgenti, nella consapevolezza che si tratta di un processo educativo destinato a rimanere per sempre nella memoria dei bimbi che frequenteranno l’Asilo Carlo Sanna. I piccoli alunni seguiranno un percorso con personale altamente qualificato, in un ambiente famigliare e accogliente. Nella retta sono compresi pasti, merende, prodotti per l’igiene quotidiana, panni, tassa di iscrizione, assicurazioni e attività di laboratorio innovative.

 

Post-Comuni-Popolazione.png

Al via anche a Sant’Antioco il Censimento sulla popolazione e sulle abitazioni.

Dal mese di Ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni.
Per la prima volta l’Istituto Nazionale di Statistica effettua il Censimento con cadenza annuale e non più decennale, coinvolgendo ogni anno solo un campione e non tutte le famiglie.

Sono previste due diverse tecniche di raccolta dati:

- Indagine Areale (su una selezione di indirizzi)
- Indagine da Lista (su una selezione di famiglie/convivenze)


Tra i comuni italiani campione, per l’anno 2018, è stato individuato anche il Comune di Sant’Antioco con il coinvolgimento di 956 famiglie, di cui 24 da indagine Areale e 932 da indagine da Lista.

Dal 2 al 12 Ottobre – Le famiglie interessate dall’indagine areale saranno informate dell’avvio della rilevazione con una lettera e una locandina che verrà recapitata da un Rilevatore incaricato dal Comune;

dal 10 Ottobre al 9 novembre – le famiglie ricevono il suddetto rilevatore che somministra il questionario;

dall’8 ottobre al 12 dicembre le famiglie estratte - interessate dall’indagine da lista - potranno compilare – autonomamente – il questionario on line – con le credenziali inserite nella lettera a firma del Presidente dell’Istat spedita a domicilio.
In alternativa, la famiglia può recarsi presso il Centro Comunale di Rilevazione, sito al Piano terra del Palazzo Comunale (recapito telefonico – 0781-8030243) che rimarrà attivo per tutta la durata dell’operazione censuaria nei seguenti giorni e orari:

lunedì dalle 16:00 alle 18:00
martedì dalle 11:00 alle 13:00
giovedì dalle 11:00 alle 13:00

La compilazione del questionario online può avvenire fino al 12 dicembre.
Dal 13 dicembre l’intervista sarà possibile solo tramite rilevatore. Le famiglie a quel punto potranno:
• essere contattate telefonicamente da un operatore comunale per effettuare l’intervista
• ricevere a casa un rilevatore, anche su appuntamento, che effettuerà l’intervista faccia a faccia utilizzando il proprio tablet.
La rilevazione si chiude il 20 dicembre 2018.
Si sottolinea che la partecipazione alla rilevazione, fornendo i dati richiesti, E’ OBBLIGATORIA.
Ulteriori informazioni sono reperibili:
sul sito ISTAT all’indirizzo www.istat.it/it/censimenti-permanenti/popolazione-e-abitazioni
al numero verde ISTAT 800811177 attivo dall’8 ottobre al 20 dicembre 2018
dalle h. 9:00 alle h. 21:00

 

locandina tavola rotonda

“Il ruolo del CCN nell’economia del territorio e nella costruzione di una destinazione turistica”. Di questo e altro si parlerà nella tavola rotonda promossa dall’Assessorato Regionale del Turismo, alla quale parteciperanno i vari Centri Commerciali Naturali (CCN) della Sardegna per il primo raduno regionale del settore. Appuntamento sabato 6 ottobre, dalle 10.00 alle 13.00, presso il MAB, Museo Archeologico Ferruccio Barreca di Sant’Antioco. Dopo i saluti del Sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci, interverranno l’Assessore Regionale del Turismo Barbara Argiolas, i rappresentanti dei CCN della Sardegna e alcuni operatori turistici. La giornata sarà arricchita dall’esposizione enogastronomica con degustazione allestita dai Centri Commerciali Naturali sardi.

«Nel novembre scorso – commenta l’Assessore del Turismo Roberta Serrenti – abbiamo promosso la costituzione del CCN Sulki, che mette insieme una grossa fetta degli operatori commerciali e turistici della città. Sul CCN abbiamo scommesso con convinzione e i risultati ci hanno dato ragione: oggi, infatti, il Sulki di Sant’Antioco è una solida realtà. E il fatto che sia stata scelta la nostra città per il raduno dei CCN ne è una conferma. Questo ci inorgoglisce e ci spinge ad andare avanti in questa direzione. La tavola rotonda è un importante momento di confronto e di crescita per il nostro territorio: siamo certi che lavorare in rete con gli operatori sia fondamentale per lo sviluppo in chiave turistica della nostra Isola. Incontrare gli altri Centri Commerciali Naturali ci permette di guardare a una visione ancora più ampia, in termini di programmazione e di sistema dello sviluppo della destinazione turistica».

 

giacomo web

Si rinnova l’appuntamento con il consueto torneo nazionale di pallavolo maschile intitolato alla memoria di Giacomo Cabras, giovane atleta dell’Olimpia scomparso prematuramente nel lontano 2001. Da allora, ogni anno Sant’Antioco ospita un torneo nazionale per ricordare la giovane promessa del volley. La manifestazione sportiva, organizzata dall’A.S.D. Scuola Volley Solki Sant’Antioco con il patrocinio del Coni, della Fipav e del Comune di Sant’Antioco, si terrà venerdì 5 e sabato 6 ottobre prossimi, nel palazzetto dello sport cittadino, il “Pala GiacomoCabras”, e l’incasso sarà devoluto allo svolgimento delle attività del settore giovanile della società organizzatrice.

Al torneo parteciperanno la VBA Olimpia Sant’Antioco, il Cus Cagliari Sandalyon, la Polisportiva Sarroch e la Pallavolo Olbia. Tutte compagini che militano nel campionato di serie B nazionale. Il programma prevede, venerdì 5 alle 18.00, il match inaugurale che vedrà contrapposte la VBA Olimpia e il Cus Cagliari; a seguire, alle 20.30, la Polisportiva Sarroch se la vedrà con la Pallavolo Olbia. Sabato sarà il giorno delle finali: alle 17.30 incontro per il terzo e quarto posto e alle 20.30 la finalissima che decreterà la squadra vincitrice del 17esimo torneo dedicato a Giacomo Cabras.

 

Il Comune di Sant’Antioco informa che è in pubblicazione il bando di selezione pubblica per titoli per la formazione delle graduatorie di validità triennale per il conferimento dell’incarico di docenza nei corsi della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni” dei Comuni associati di Sant’Antioco e San Giovanni Suergiu. Per i requisiti di accesso all’avviso pubblico si rimanda alla visione del bando (e dei relativi allegati) sul sito istituzionale del Comune di Sant’Antioco www.comune.santantioco.ca.it. Ogni candidato potrà presentare domanda per massimo due discipline a scelta tra tutte le discipline musicali classiche, moderne e complementari tra quelle elencate nel bando.

Le domande di partecipazione alla selezione, redatte in carta semplice esclusivamente sul modulo in allegato al bando (A), dovranno essere presentate in busta chiusa direttamente a mano o inoltrate a mezzo raccomandata A.R. alla Scuola Civica di Musica Don Tore Armeni – presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Sant’Antioco – Corso V. Emanuele, n.115, cap. 09017, entro il termine perentorio delle 12,00 di lunedì 29 ottobre 2018. La busta chiusa recante l’indicazione del mittente, all’esterno dovrà riportare la dicitura: “SELEZIONE DOCENTI PER LA SCUOLA CIVICA DI MUSICA “DON TORE ARMENI”.

 

pdfScarica il bando

pdfScarica i Criteri di Valutazione

docScarica l'All. A : Domanda di Partecipazione

docScarica il Mod. per il Curriculum

 
Pagina 1 di 238