Siete qui Home


IMG 0597

Tutto pronto per il consueto appuntamento del Sulky Festival, in programma giovedì 19 luglio in Piazza De Gasperi, pieno centro storico. Alle 20.30 si parte con il Teatro del Sale in “I musicanti di brema”, spettacolo/laboratorio dedicato ai bambini. È la rappresentazione dell’omonima fiaba dei fratelli Grimm: in scena il grande libro delle fiabe, un narratore e tutte le piccole voci che compongono la favola. Il Grande Libro delle Fiabe prende vita e magicamente svela la storia, mentre “dall’interno” giungono le voci e le musiche della fiaba. Lo spettacolo prevede il coinvolgimento dei bambini: il narratore, infatti, accompagna il racconto rispondendo alle domande dei bambini e, al termine della fiaba, li invita a partecipare alla favola e all'animazione delle scene, confrontandosi con la drammatizzazione. Lo spettacolo prevede dunque due fasi: quella del racconto; e quella della drammatizzazione, nella quale i piccoli attori impareranno a divertirsi suonando, recitando e ballando come i musicanti.

A seguire, 22.30, sarà il turno di TAIKO NO KOE, La voce del tamburo. L’energia parte, trapassa e ritorna, in un circuito continuo, perché come dice il maestro del genere Kurumaya Masaaki, la pelle del tamburo è uno specchio che riflette ciò che si fa, quindi se si suona con il cuore (kokoro) si trasmettono e si ricevono emozioni, facendo vibrare l’anima di chi ascolta.

 

ll Responsabile del Procedimento rende noto che MARTEDI' 31 LUGLIO 2018 alle ore 11.00 presso questa sede comunale, è convocata la prima seduta pubblica relativa all'affidamento del servizio relativo al "Progetto di igiene urbana perla raccolta differenziata dei rifiuti dell'assocìazione dei Comuni di Sant'Antioco e Calasetta, con il sistema porta a porta ".

Sant'Antìoco, 16 luglio 2018

Il Responsabile del procedimento
Arch. Jr. Paolo Pinna

 

pdfScarica l'avviso

 

Vedi tutte le comunicazioni sui Bandi

 

gemellaggio f

Si rafforza il gemellaggio tra Sant’Antioco e la Municipalità di Tiro (Libano), sottoscritto l’estate scorsa all’insegna della condivisione culturale in un reciproco scambio di professionalità, competenze e conoscenza. E proprio lo scambio culturale in questi giorni inizia a prendere forma, posizionando i primi tasselli di un rapporto destinato a durare nel tempo: Sant’Antioco, infatti, ospita Hassan Badawi, professore della Lebanese University, in visita nella nostra città per donare, personalmente, a nome della Municipalità di Tiro e della Direzione generale delle Antichità del Libano, una ingente quantità di libri che consentiranno la creazione di un Fondo librario comprensivo delle maggiori pubblicazioni scientifiche di ambito archeologico provenienti dal Libano, con un occhio di riguardo verso il legame tra i Fenici e l’Occidente. Il Fondo verrà creato negli spazi del Museo Archeologico Ferruccio Barreca, affinché possano usufruirne gli studenti che operano a Sant’Antioco e nel territorio. Il professor Badawi, inoltre, giovedì 19 luglio, alle 19.00, presso il MAB, nell’ambito delle conferenze rientranti nella Summer School di archeologia fenicia-punica, terrà un intervento su “I Fenici e la città di Tiro nel mediterraneo orientale”.

L’obiettivo delle due realtà (Sant’Antioco e Tiro) è promuovere la conoscenza, favorire il dialogo interculturale e la collaborazione transfrontaliera attraverso la valorizzazione del patrimonio archeologico, sulla scorta del legame antico e profondo che lega Sant’Antioco e Tiro: furono infatti i Fenici provenienti da Tiro, tra la fine del IX e dell’VIII secolo a.C., a fondare la città di Sulky, l’attuale Sant’Antioco. Si coglie l’occasione per ricordare che l’accordo tra le due realtà istituzionali era stato patrocinato dal contingente militare italiano impiegato nella missione UNIFIL, in particolare dal generale di Brigata “Granatieri di Sardegna” Francesco Olla, illustre cittadino antiochense, l’estate scorsa comandante della Joint Task Force – Lebanon Sector West.

 

Si comunica che al fine di agevolare il versamento del contributo in oggetto, i titolari delle strutture sono autorizzati a versare le somme utilizzando, in alternativa alle modalità previste, il seguente Conto Corrente Postale :

 

IBAN

N. CCP

IT 74 K 07601 04800 000000243097

000000243097

Si coglie l’occasione per ribadire che la causale deve riportare i seguenti dati:

  • nominativo della struttura (o codice fiscale dell’intestatario dell’immobile);
  • mese e anno di riferimento del versamento;
  • Dicitura “Contributo Ambientale di Soggiorno”

 

Il Funzionario Responsabile del Tributo
Dott.ssa Lai Beatrice

 

 
PDF  Stampa  E-mail  Giovedì 12 Luglio 2018 12:03

Tariffe riviste al rialzo per camper e autocarri che decidono di sostare negli stalli blu presenti a Sant’Antioco. Con la delibera N° 119 dell’11 luglio 2018, la Giunta comunale di Sant’Antioco ha disposto una modifica ai prezzi della sosta a pagamento per i possessori di camper e autocarri: nel centro abitato si passa da 0,40 euro a 1,00 euro per 30 minuti, e da 0,60 a 2,00 euro per un’ora; nelle località balneari, invece, da 1,50 euro per la sosta entro le 4 ore si arriva alla cifra di 4 euro, mentre oltre le 4 ore si pagheranno 8 euro a fronte dei 3 euro richiesti precedentemente quale tariffa giornaliera.

La decisione è stata assunta in quanto fino ad oggi non esisteva alcuna differenziazione tra le auto e i mezzi quali camper e autocarri, nonostante questi ultimi occupino una porzione di parcheggio maggiore. Dunque, al fine di rendere più congrue ed eque le tariffe, si è provveduto a ritoccarle al rialzo.

 
PDF  Stampa  E-mail  Giovedì 12 Luglio 2018 09:36

36975151 2117567884983703 5205756686400225280 o

 

 

Si parte con i lavori straordinari di manutenzione del palazzetto dello sport, il “Pala Giacomo Cabras”, con lo scopo di porre rimedio ad alcune emergenze: in particolare, le infiltrazioni di acqua che, quest’anno, a causa delle abbondanti piogge, si sono manifestate in diverse circostanze, creando danni alla struttura. Nel complesso, le opere prevedono l'impermeabilizzazione della copertura, il rifacimento della tinteggiatura interna, la rimozione delle piastrelle cadenti, la messa in sicurezza dei cornicioni esterni e la sostituzione degli infissi esterni.
 

WhatsApp Image 2018-07-12 at 08.27.34

Inizia oggi, alle 19.00, presso il MAB, Museo archeologico Ferruccio Barreca di Sant’Antioco, la serie di conferenze rientranti nella XII Summer School di Archeologia fenicia-punica 2018. Ad aprire il ciclo saranno gli studiosi Piero Bartoloni, direttore del MAB, che proporrà un intervento su “Cartagine: genesi di una metropoli”; e Roberto Concas, direttore del Museo archeologico nazionale di Cagliari, con “I Leoni di Sulky: una rilettura”. Non perdetevi questo straordinario e intenso momento culturale.

 
PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 11 Luglio 2018 14:15

IMG 0575

Torna l’appuntamento del giovedì con il Sulky Festival. E questa settimana si arricchisce di un’importante novità: una Fiera enogastronomica che, insieme agli show musicali e di intrattenimento, animerà la serata antiochense. Gli stand, che garantiscono un’offerta enogastronomica con la presenza di alcuni artigiani, apriranno al pubblico alle 20.00 in Piazza Italia. Alle 20-30, invece, si parte con gli spettacoli: il Teatro del Sottosuolo in “Circo all’Arrembaggio” (Piazza Italia) proporrà teatro di strada adatto a quasi tutte le situazioni, che prevede la partecipazione attiva del pubblico e alterna numeri di alto livello tecnico con piece teatrali e momenti di “lucida follia”. Lo spettacolo vanta la partecipazione in vari festival internazionali.

A seguire, alle 22.30, ci si sposterà nel Corso Vittorio Emanuele, dove ad esibirsi sarà il duo Don Leone. Vincitore dell’Italian Blues Challenge del 2017, il duo Don Leone è attualmente una delle proposte blues più interessanti del panorama italiano. Nato nella provincia del Sulcis, le sonorità prodotte dai musicisti di formazioni completamente diverse è un blues nudo e crudo, arcaico ma efficace.

 

Lungomare area bonificata

Sant’Antioco si “riprende” la Marina. Dal Lido al Porto il Lungomare cittadino cambia volto: garantiti decoro e sicurezza. Con una serie di interventi mirati, l’Amministrazione Comunale ha posto la parola fine ad alcune emergenze di vecchia data che insistevano sul Lungomare. Innanzitutto, si è provveduto a rimuovere, d’accordo con l’Associazione Marinai D’Italia, le reti metalliche nella porzione di porticciolo situata nei pressi del Lido che, oltre a rappresentare una situazione di degrado (erano persino presenti vecchi pontili abbandonati, risultato di una mareggiata che aveva interessato l’isola provocando diversi danni), impedivano la fruizione di quell’area. Recentemente, inoltre, grazie a un’ordinanza sindacale, sono state spostate ben 17 barche abbandonate, alcune in stato di totale deterioramento, che rappresentavano sia un pericolo per l’incolumità dei cittadini, sia un ricettacolo di rifiuti di ogni genere. «E con l’attivazione del cantiere Over 50 - spiega il sindaco Ignazio Locci - abbiamo potuto bonificare e riqualificare l’area in questione (fronte parco giardino) ripulendola dai rifiuti e dalle sterpaglie, lasciando in piedi soltanto il caratteristico giunco, elemento fondamentale delle cosiddette zone umide. Siamo consapevoli che a Sant’Antioco il cammino da compiere, in termini di decoro, è ancora lungo. Ma siamo altrettanto convinti che questa sia la strada giusta: talvolta è necessario intervenire in maniera decisa, anche tramite ordinanza, per ripristinare ordine e decoro».

Infine, nei giorni scorsi sono stati avviati lavori straordinari del lastricato del porticciolo (davanti alla Piazza Ferralasco) sconnesso e particolarmente usurato dal tempo, con lo scopo di eliminare i dislivelli e riportarlo agli standard di sicurezza. «Lavori che, una volta conclusi - commenta il sindaco - consentiranno di fare una passeggiata dal Lido al porto, ammirando la nostra laguna, piacevole, appagante e, finalmente, anche in sicurezza».

 

Immagine foto di gruppo

Ha preso avvio oggi il progetto che punta alla valorizzazione e alla manutenzione dei principali siti archeologici lungo il Cammino minerario di Santa Barbara. Voluto dalla Fondazione Cammino minerario di Santa Barbara, e redatto in collaborazione con il Comune di Sant’Antioco (socio della Fondazione), prevede l’impiego di 8 operai per un anno, che saranno impegnati nella manutenzione ordinaria e straordinaria della vasta necropoli punica di Is Pirixeddus; ma anche degli altri siti urbani Sa Presonedda, il tempio dell’acropoli, l’arena fenicia, il ponte romano, il Cronicario e il tofet. E ancora, manutenzione e ripristino percorsi del ricco patrimonio archeologico extraurbano: i nuraghi S’ega ‘e Marteddu, S’Uttu de su Para, Femmineddas, Grutti ’e Acqua e Corongiu Murvoni. L’impiego di queste 8 figure, nell’ambito della cura dei siti, si configura come fondamentale, considerata proprio la densità di monumenti presenti nel territorio di Sant’Antioco: queste attività, infatti, possono essere garantite soltanto attraverso un’azione sinergica tra gli enti preposti alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio.

Esprime soddisfazione il sindaco Ignazio Locci: «Finalmente riusciamo a dare avvio a un progetto di straordinaria importanza per il territorio: ringrazio vivamente il presidente della Fondazione, Giampiero Pinna, che si è speso attivamente affinché il programma andasse in porto, nonché la Soprintendenza, con la quale si è collaborato in totale sinergia. Questo piano di lavoro non solo ci consente di dare un’opportunità lavorativa a ben 8 figure professionali, ma colma anche il vuoto lasciato dalla cessazione della convenzione tra la Regione e l’Ati-Ifras (gli operai sono tutti ex Ati-Ifras), che ha interrotto il lavoro di cura e manutenzione nei siti archeologici antiochensi».

In merito interviene anche il presidente della Fondazione Cammino minerario di Santa Barbara Giampiero Pinna: «Questa mattina i lavoratori del progetto Parco Geominerario assunti dalla Fondazione CMSB hanno dato avvio alla riapertura del primo cantiere archeologico nella necropoli punica di Sant'Antonio. Grazie al Sindaco di Sant'Antioco che per primo ha proposto di impegnare la Fondazione in questa bella avventura; grazie alla Giunta Regionale che ha dato fiducia alla Fondazione; grazie alla Soprintendenza per l'alta sorveglianza che eserciterà sul nostro lavoro. Nei prossimi giorni verranno aperti i cantieri nel nuraghe Sirai di Carbonia, nel nuraghe Seruci a Gonnesa e nel complesso archeologico di Pani Loriga a Santadi».

 

36606561 2101999769873848 5589712657990025216 n

L’ordine del giorno della seduta ordinaria del Consiglio Comunale in programma giovedì 5 luglio alle 19.00 è integrato con il seguente punto: 
- “Designazione capitano Compagnia barracellare”

 

Sospeso l’inversione dei sensi unici di via Carbonia e via Iglesias. Da una ulteriore analisi sul flusso del traffico sulle due arterie, è emerso che potrebbero verificarsi problemi in riferimento alla percorrenza dei mezzi pesanti. Per queste ragioni, in attesa di individuare una soluzione alternativa all’attuale, si SOSPENDE l’esecutività del provvedimento.

 
Pagina 1 di 231