Siete qui Home Grotta della natività


Dichiarazione di Accessibilità

PDF  Stampa  E-mail  Martedì 17 Febbraio 2009 11:07

Il sito del Comune di Sant'Antioco ottempera ai 22 requisiti  della Legge 4/2004 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici". Il percorso è stato  intrapreso già nel 2004 con l'adeguamento dell'allora portale dinamico alle disposizioni sull'accessibilità dei siti internet. Siamo stati una delle primissime amministrazioni a sposare appieno lo spirito della Legge in oggetto, ritenendo che la possibilità per chiunque di poter accedere alle tecnologie informatiche a prescindere dalle proprie condizioni psico-fisiche fosse una priorità imprescindibile.

L'accessibilità è un percorso più che un punto d'arrivo per questo invitiamo tutti a contribuire a mantenere il sito accessibile segnalandoci eventuali problemi di fruibilità dei contenuti inviando una Mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Cos'è l'Accessibilità

Accessibilità vuol dire soprattutto e-partecipation, cioè la rimozione delle barriere informatiche. Con questo termine si indicano le difficoltà che i disabili incontrano nell’usare un sistema informatico, che discendono da: carenze nella progettazione del software e dei contenuti dei siti web, che non tengono conto dei principi della progettazione universale e dell’usabilità, peraltro ormai approfonditamente studiati e oggetto di raccomandazioni e standard a livello internazionale; indisponibilità dei dispositivi specificamente realizzati per favorire l’uso dei computer da parte dei disabili (per esempio le tastiere e i mouse utilizzati in alcune disabilità motorie, lo screen reader, la barra Braille o i sintetizzatori vocali usati dai non vedenti). Il primo problema, pur non riguardando soltanto i disabili e la cui soluzione spesso non richiede alcun investimento aggiuntivo, ha notoriamente le conseguenze più negative sull’accessibilità. L’importanza dell’accesso dei disabili alle tecnologie informatiche è stata sottolineata da tempo in numerosi documenti internazionali ed è argomento prioritario nei programmi della Commissione europea. Anche a livello nazionale si è posta la necessità di elaborare strategie operative per il raggiungimento di questi obiettivi, fissando regole compatibili con il rapido evolversi della tecnologia e in grado di tenere conto del panorama vasto e composito delle necessità dei disabili. Con la Circolare n. 32 del 6 settembre 2001, "Criteri e strumenti per migliorare l’accessibilità dei siti web e delle applicazioni informatiche", frutto del lavoro del team di esperti costituito nel luglio 2000, l’AIPA ha specificato i criteri da rispettare nella progettazione e nella manutenzione dei sistemi informativi pubblici al fine di garantire l’accessibilità. Tale circolare si raccorda con la Circolare n. 3 del 13 marzo 2001 emanata dal Dipartimento della Funzione Pubblica, sull’accessibilità dei siti web delle pubbliche amministrazioni.

 

ACCESSKEY

Per rendere più agevole la navigazione del sito mediante tastiera, sono state inserite le scorciatoie da tastiera o tasti di scelta rapida (le AccessKey) per le sezioni principali del sito, che permettono di muoversi nel sito utilizzando la tastiera al posto del mouse.

Gli Accesskey predefiniti all'interno di tutto il sito sono i seguenti:

h = Homepage
1 = Comune
2= Atti On Line
3 = Argomenti
4 = Tributi
5 = Immagini
6 = Video
7 = Contatti

 

Combinazione di Tasti

Mozilla Firefox 2.0 e 3.0
Mozilla Firefox 2.0 e 3.0 usa la combinazione ALT + MAIUSC + ACCESSKEY. La pressione dell'access key apre direttamente il collegamento selezionato.

Internet Explorer 6.0 e 7.0
Intenet Explorer 6.0 e 7.0 usano la combinazione ALT + ACCESSKEY ma in questo caso i collegamenti sono soltanto selezionati, per accedervi bisogna premente INVIO.

Opera versioni 9.0 e successive
Opera attiva gli access key attraverso la combinazione MAIUSC + ESC + ACCESSKEY che porta direttamente al collegamento selezionato.

Safari 2.0, 3.0 e successive
Apple safari usa la combinazione ALT + ACCESSKEY che porta direttamente al collegamento selezionato a partire dalla versione 2.0.

Google Chrome
Google Chrome usa la combinazione ALT + ACCESSKEY che porta direttamente al collegamento selezionato.

 

DICHIARAZIONE

Requisito n. 1

Enunciato: Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico. In particolare, per i linguaggi a marcatori HTML (HypertText Markup Language) e XHTML (eXtensible HyperText Markup Language):

a) per tutti i siti di nuova realizzazione utilizzare almeno la versione 4.01 dell'HTML o preferibilmente la versione 1.0 dell'XHTML, in ogni caso conDTD (Document Type Definition - Definizione del Tipo di Documento) di tipo Strict;

b)per i siti esistenti, in sede di prima applicazione, nel caso in cui non sia possibile ottemperare al punto a) è consentito utilizzare la versione dei linguaggi sopra indicati con DTD Transitional, ma con le seguenti avvertenze:

1) evitare di utilizzare, all'interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico;

2) evitare la generazione di nuove finestre; ove ciò non fosse possibile, avvisare esplicitamente l'utente del cambiamento del focus;

3) pianificare la transizione dell'intero sito alla versione con DTD Strict del linguaggio utilizzato, dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie e al Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione.

Dichiarazione

Le pagine del sito del Comune di Sant'Antioco sono state strutturate in conformità agli standard del linguaggio XHTML 1.0 Strict, la grammatica formale maggiormente accessibile. Gli attributi stilistici, l'impaginazione del sito è stata realizzata in conformità alle specifiche CSS level 2.1.
Gli strumenti utilizzati per verificare la esatta corrispondenza della codifica a quanto è stabilito dalle grammatiche formali W3C sono i seguenti:

(http://validator.w3.org) per la verifica XHTML 1.0 Strict ; http://jigsaw.w3.org/css-validator/per quanto concerne la validazione CSS 2.1

Sono stati utilizzati i marcatori semantici H1 H6 per titoli, sottotitoli, intestazioni.

Non si utilizzano generazione di nuove finestre.

 

Requisito n. 2

Enunciato: Non è consentito l'uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. In sede di prima applicazione, per i siti Web esistenti già realizzati con frame è consentito l'uso di HTML 4.01 o XHTML 1.0 con DTD frameset, ma con le seguenti avvertenze:

a) evitare di utilizzare, all'interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico;

b) fare in modo che ogni frame abbia un titolo significativo per facilitarne l'identificazione e la navigazione; se necessario, descrivere anche lo scopo dei frame e la loro relazione; +

c) pianificare la transizione a XHTML almeno nella versione 1.0 con DTD Strict dell'intero sito dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie e alCentro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione.

Dichiarazione

Non sono stati utlizzati frame

 

Requisito n. 3

Enunciato: Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto.

Dichiarazione

Ad ogni elemento non testuale che abbia valenza informativa è stata fornita un'alternativa testuale.

Le immagini sono dotate dell'attributo ALT (alt tag) che ne definisce il contenuto.

 

Requisito n. 4

Enunciato: Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina.

Dichiarazione

Il colore non è un'elemento di ostacolo all'identificazione degli elementi informativi che prescindono dall'utilizzo del colore stesso.

 

Requisito n. 5

Enunciato: Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi.

Dichiarazione

Il sito non utilizza ne per scopi informativi ne per scopi estetici scritte in movimento o lampeggianti

 

Requisito n. 6

Enunciato: Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini; ove non sia possibile, ricorrere agli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza.

Dichiarazione

Il contrasto dei colori è stato studiato ed è conforme all'ultimo algoritmo raccomandato dal W3C: WCAG 2.0's luminosity contrast algorith

 

Requisito n. 7

Enunciato: Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata.

Dichiarazione

Non sono state utilizzate mappe immagine sensibili lato client

 

Requisito n. 8

Enunciato: In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa

Dichiarazione

Non sono state utilizzate mappe immagine sensibili lato server, se non quelle incluse in link esterni (google maps)

 

Requisito n. 9

Enunciato: Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne.

Dichiarazione

Le tabelle utilizzate presentano marcatori conformi alle norme sull'accessibilità per l'intestazione di righe e colonne

 

Requisito n. 10

Enunciato: Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne.

Dichiarazione

Non sono state utilizzate tabelle dati complesse

 

Requisito n. 11

Enunciato: Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.

Dichiarazione

Il sito del Comune di Sant'Antioco è stato progettato e realizzato seguendo la logica della separazione dei contenuti dalla rappresentazione, attraverso l'utilizzo dei fogli di stile. Le immagini e le componenti coreografiche sono richiamate dagli stessi. I contenuti informativi sono pienamente fruibili anche con la disabilitazione dei css.

 

Requisito n. 12

Enunciato: La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri.

Dichiarazione

Sono state utilizzate grandezze relative per i caratteri ed i contenuti testuali adattandosi così alle diverse dimensioni ed evitando fastidiose sovrapposizioni. Inoltre l'impaginazione è di tipo liquido, si adatta cioè ad ogni tipo di risoluzione ed è facilmente interpretabile dai browser testuali.

 

Requisito n. 13

Enunciato: In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato.

Dichiarazione

E' stato evitato l'utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione. In alcune pagine dove sono state utilizzate il contenuto è comprensibile anche quando queste viengono lette in modo linearizzato.

 

Requisito n. 14

Enunciato: Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive.

Dichiarazione

Nei moduli (form) le etichette ai rispettivi controlli sono state associate in maniera esplicita

 

Requisito n. 15

Enunciato: Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3.

Dichiarazione

Le pagine del sito sono fruibili anche con javascript edisabilitato. L'utilizzo degli script non influisce sulla visualizzazione dei contanuti informativi.


Requisito n. 16

Enunciato: Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input.

Dichiarazione

I gestori di eventi che attivano script sono indipendenti da uno specifico dispositivo di input.

 

Requisito n. 17

Enunciato: Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili.

Dichiarazione

Le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, script e applet sono direttamente accessibili in alternativa è stata fornita una soluzione equivalente accessibile.

 

Requisito n. 18

Enunciato: Nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale.

Dichiarazione

Nel caso di inserimento di presentazioni in streaming è prevista una soluzione testuale riassuntiva.

 

Requisito n. 19

Enunciato: Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonché prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine.

Dichiarazione

Ogni link ipertestuale ha una designazione chiara

 

Requisito n. 20

Enunciato: Nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso.

Dichiarazione

Le pagine non prevedono funzionalità di autoaggiornamento o autoreindirizzamento

 

Requisito n. 21

Enunciato: Rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta.

Dichiarazione

Le principali aree del sito sono raggiungibili tramite comandi da tastiera (Access Key). Le distanze tra link e pulsanti sono state rispettate.

 

Requisito n. 22

Enunciato: Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile.

Dichiarazione

Le pagine del sito sono state rielaborate secondo i requisiti di accessibilità, non sono necessarie alternative testuali.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • (EN) w3.org/WAI, sito del W3C sulla Web Accessibility Initiative
  • (EN) Section508.gov, sito istituzionale statunitense sulla Section 508
  • Pubbliaccesso.gov.it, sito istituzionale italiano sull'accessibilità
  • Legge 4/2004, "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici" (c.d. Legge Stanca)
    • DPR 75/2005, "Regolamento di attuazione della legge 9 gennaio 2004, n. 4 per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici"
    • DM 8 luglio 2005, "Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici"
    • DM 30 aprile 2008, "Regole tecniche disciplinanti l'accessibilità agli strumenti didattici e formativi a favore degli alunni disabili"