Siete qui Home Premio Arciere Isola di Sant'Antioco Edizione 2010 Pittori di fama, nuove proposte


Pittori di fama, nuove proposte

PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 28 Aprile 2010 11:08

Parte dei dipinti sarà esposta al festival di Spoleto. "Elena", il ritratto melanconico e anche enigmatico di una donna già avanti negli anni, scavata dalla magrezza di un corpo ancora forte. Dominano i bianchi che illuminano un quadro crepuscolare.

Con questo dipinto il cremonese Agostino Arrivabene si è aggiudicato ex aequo il premio Arciere 2010 insieme a due altri noti artisti: il bolzanese Peter Demetz con la scultura in tiglio intitolata "L'analfabeta" e il romagnolo Nicola Samorì che ha proposto un olio intitolato "Vicario". Sono tre nomi affermati nel panorama italiano che hanno prevalso nella sezione riservata agli "ospiti", cioè agli artisti scelti direttamente dal curatore della mostra Vittorio Sgarbi.


La giuria ha voluto assegnare menzioni ad altri sei artisti: Maurizio Bottoni, Mimmo Centorze, Greta Frau, Cesare Inzerillo, Stefano Mosena e Patrizia Paglia. Per la sezione aperta a tutti sono stati attribuiti due ex aequo: alla pittrice sassarese Luciana Cano, per il suo delicato pastello ad olio "Portoncino rosso" e a Giulia Casula, per l'inquietante foto "L'ospite, S'Istranzu".
A conferma della qualità dell'esposizione sulcitana - sottolinea Sgarbi - la metà degli artisti "ospiti" parteciperà in blocco agli eventi del "Festival dei due mondi", in programma dal 16 giugno a Spoleto. In pratica "l'Arciere" si trasferisce nella vetrina umbra dove promuoverà l'immagine del Premio e della Sardegna davanti a un pubblico internazionale.

Unione Sarda

VAI ALLA GALLERIA IMMAGINI

Elena Agostino Arrivabene

Elena

Il Vicario ( è corchè) - (Nicola Samorì)

Il Vicario ( è corchè) - (Nicola Samorì)

L'analfabeta - (Peter Demetz)

L'analfabeta - (Peter Demetz)