Siete qui Home Premio Arciere Isola di Sant'Antioco


Premio "Arciere" Isola di Sant'Antioco

La decisione presa visto lo straordinario riscontro di visitatori. Circa 1000 visitatori al giorno negli spazi espositivi di Palazzo Pianciani. E’ questo lo straordinario risultato delle mostre curate da Vittorio Sgarbi per il «Festival dei Due Mondi di Spoleto».

 
 

Il critico d'arte: "Le mostre promosse quest'anno sono la testimonianza che la qualità può far anche a meno dei contributi pubblici". Si riscopre un meraviglioso Palazzo Pianciani, in attesa dell'inaugurazione ufficiale del 4 luglio.Nell'economia dei pesi specifici che i vari settori delle performing arts - musica, danza, teatro, opera - hanno occupato nei programmi delle varie edizioni del Festival dei2 Mondi, l'arte visiva ne è stata considerata, soprattutto negli ultimi anni di gestione menottiana, la "cenerentola".

GALLERIA IMMAGINI

 

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.
L\'Adobe Flash Player non installato o piu vecchio della versione 9.0.115!

Speciale Interviste

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.
L\'Adobe Flash Player non installato o piu vecchio della versione 9.0.115!

Video integrale della Cerimonia

 
PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 28 Aprile 2010 11:09

Il bronzetto dell'arciere rappresenta l'arte sarda del periodo nuragico. Capolavoro di tremila anni fa, alto ventidue centimetri (il doppio delle normali statuette), è uno dei pezzi forti del museo di Sant'Antioco. Lo scorso settembre è tornato "a casa" dopo le peregrinazioni tra Svizzera e America: trafugato dai tombaroli e finito sul mercato clandestino, era stato acquistato dal museo di Cleveland che nel 2009 lo ha restituito all'Italia.

 
PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 28 Aprile 2010 11:08

Parte dei dipinti sarà esposta al festival di Spoleto. "Elena", il ritratto melanconico e anche enigmatico di una donna già avanti negli anni, scavata dalla magrezza di un corpo ancora forte. Dominano i bianchi che illuminano un quadro crepuscolare.

 
PDF  Stampa  E-mail  Sabato 24 Aprile 2010 09:51
Speciale interviste  Premio Arciere 2010: Video della cerimonia - 17 aprile 2010 Museo ferruccio Barreca
 
PDF  Stampa  E-mail  Venerdì 23 Aprile 2010 09:42

Per un errore tecnico, nel catalogo del Premio Arciere 2010, la riproduzione dell'opera "Tutto é ignoto" autore Sandro Serra, iscritta nella categoria open, è stata sostituita con un'opera realizzata da un suo omonimo, anch'egli partecipante al concorso. L'organizzazione e i responsabili editoriali del catalogo si scusano con l'artista per lo spiacevole inconveniente, come si può facilmente comprendere, del tutto involontario.

 
PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 21 Aprile 2010 00:42
Sant'Antioco Premio Arciere 2010: Video della cerimonia - 17 aprile 2010 Museo ferruccio Barreca
 

C inque premi e otto menzioni hanno chiuso la seconda edizione del premio d'arte contemporanea "L'arciere di Sant'Antioco". I premi per il settore Open, la sezione aperta a tutti, sono stati due ex equo: sono andati a Luciana Cano per "Portoncino Rosso" un pastello ad olio e alla foto "L'ospite, S'istranzu" di Giulia Casula.

 
PDF  Stampa  E-mail  Sabato 17 Aprile 2010 19:20
La proclamazione dei vincitori ha concluso, con grande successo, la seconda edizione del Premio d'arte contemporanea Arciere, promosso dal Comune di Sant'Antioco e dall'Associazione Sulcitana di Storia e Archeologia "Arciere" (AASSA) e patrocinato dalla Presidenza della Regione Sardegna.

La commissione giudicante, presieduta dal prof. Vittorio Sgarbi, ha assegnato il Premio ad ex aequo per la

Categoria Invitati a:

Agostino ArrivabeneNicola Samori' e Peter Demetz.

Nella Categoria Open la Giuria ha ancora premiato ad ex aequo:

Luciana Cano e Giulia Casula.

Inoltre sono state segnalate le opere di :

Maurizio Bottoni, Mimmo Centonze, Greta Frau, Cesare Inzerillo, Stefano Mosena, Fabrizia Paglia, Livio Scarpella nella categoria invitati, mentre per la

categoria Open hanno ricevuto una menzione Riccardo Evangelisti, Vincenzo Grosso e Luigina Massariello.

L'anno scorso era stata premiata un'opera di Lino Frongia che oggi è in copertina nell'ultimo romanzo di Salvatore Niffoi, "Il Bastone dei miracoli", (Adelphi)"a testimonianza della qualità raggiunta dal Premio che si avvia a diventare un appuntamento di eccellenza dell'arte contemporanea.


 
Pagina 1 di 3