Siete qui Home Comunicazioni Sindaco Via libera del Ministero dell'Economia all'utilizzo avanzo 2016: 300 mila euro per il deposito-officina comunale


Via libera del Ministero dell'Economia all'utilizzo avanzo 2016: 300 mila euro per il deposito-officina comunale

PDF  Stampa  E-mail  Venerdì 04 Agosto 2017 09:34

sagra2017

Il Comune di Sant’Antioco strappa il sì del Ministero dell’Economia e delle Finanze e si aggiudica il via libera alla spesa di 300 mila euro dell’avanzo 2016. Una somma, non da poco, che rischiava di finire nel cestino in ragione della stringente disciplina sulla finanza pubblica. Ma grazie alla nostra richiesta, siamo riusciti a ottenere uno spazio finanziario insperato, che accogliamo con piena soddisfazione. E adesso, possiamo procedere spediti verso la realizzazione del deposito-officina comunale, moderno e funzionale, ricavato in via provvisoria negli spazi della scuola di via Bologna.

L’esercizio finanziario 2016 si era chiuso con un avanzo di 600 mila euro: di questi, 300 mila sono stati immediatamente impegnati dalla nostra Amministrazione, mentre i restanti 300 mila euro risultavano inutilizzabili in virtù della normativa in materia contabile relativa agli Enti locali. Tuttavia, non ci siamo dati per vinti e abbiamo avanzato esplicita richiesta al Ministero dell’Economia e delle Finanze, che la ha accolta positivamente concedendoci un ulteriore spazio finanziario di 300 mila euro. A patto, però, che le opere da realizzare con tali fondi vengano appaltate entro il 31/12/2017. Il sì del Ministero è da considerarsi un vero e proprio successo, in quanto per nulla scontato.

Quanto alla spendita dei fondi entro i termini previsti, questa Giunta ha le idee ben chiare: verranno utilizzati per la realizzazione del deposito-officina comunale, presumibilmente in zona PIP. Questa operazione non solo doterà Sant’Antioco di una struttura per il ricovero e la cura dei mezzi comunali al passo con i tempi, ma consentirà di liberare gli spazi della scuola di via Bologna attualmente impegnati dal deposito provvisorio. Con la previsione che, in vista dei nuovi bandi regionali Iscola, si possa completare definitivamente l’edificio scolastico e dedicarlo interamente alla funzione per la quale nasce: quella dell’istruzione. Adesso spetta alla Giunta e agli Uffici comunali metterci il massimo impegno, lottando contro il tempo per non far sfumare questa occasione. Ma è una sfida che non ci spaventa, semmai ci appassiona.

Ignazio Locci
Sindaco Comune Sant’Antioco