Siete qui Home


Giunta approva progetto “Carta d’identità-Donazione Organi”e relativo protocollo “Una firma per la vita”

PDF  Stampa  E-mail  Venerdì 30 Marzo 2018 10:55

donazione organi

La Giunta comunale, su proposta dell’Assessore agli Affari Generali Renato Avellino, ha approvato la delibera sul progetto “Carta d’identità-Donazione Organi” e il relativo protocollo “Una firma per la vita”, che a breve consentiranno ai cittadini di Sant’Antioco di esprimere le proprie dichiarazioni di volontà alla donazione degli organi e tessuti al momento del rilascio o rinnovo del documento di identità. «Quando il progetto entrerà a regime – spiega l’assessore Renato Avellino – i cittadini avranno la facoltà di esprimere la propria scelta sulla carta di identità al momento della richiesta o del rinnovo del documento presso il nostro Comune: la dichiarazione sarà poi registrata dall’ufficiale dell’anagrafe e inviata alla banca dati unica del Sistema informativo trapianti (SIT), consultata 24 ore su 24 dai centri per i trapianti. È un passaggio importante dall’altissimo valore sociale, che permetterà alla comunità di Sant’Antioco di incrementare in modo graduale il bacino dei soggetti potenzialmente donatori: donare gli organi è indice di grande altruismo e sensibilità verso coloro che attendono un organo per sopravvivere e “riconquistare” la vita».

La prossima fase prevede la sottoscrizione ufficiale, tra la ASSL di Carbonia e il Comune di Sant’Antioco, del protocollo “Una firma per la vita”, finalizzato alla promozione, informazione e raccolta delle volontà sulla donazione di organi. Successivamente si procederà alla formazione del responsabile dell’Ufficio Anagrafe comunale addetto alla raccolta del consenso. Il quale, al momento del rilascio della carta di identità o del rinnovo della stessa, informerà il cittadino maggiorenne della possibilità che la propria volontà o diniego a donare organi e tessuti sia inserita nel SIT. Il Sistema Informativo Trapianti viene consultato per ogni potenziale donatore in stato di accertamento di morte cerebrale dal Centro Regionale Trapianti in modalità sicura e in regime di H 24.