Siete qui Home


Filippo Lorrai presenta il suo romanzo, “Il Grande Erik”, sabato alle 11.00 in aula consiliare

PDF  Stampa  E-mail  Martedì 27 Febbraio 2018 11:13

Copertina Il Grande Erik

Sabato alle 11.00, presso l’aula consiliare del Comune di Sant’Antioco, Filippo Lorrai, originario di Sant’Antioco, presenterà il suo romanzo, “Il Grande Erik”, edito da Rai Eri, con il quale ha vinto la sesta edizione del premio letterario Rai "La Giara". Saranno presenti l’autore Filippo Lorrai, il Sindaco Ignazio Locci e l'Assessore alla Cultura Rosalba Cossu.

Filippo Lorrai è nato a Iglesias nel 1984. Laureato in scienze politiche all'Università degli Studi di Sassari, città in cui ha vissuto per sette anni; dal 2011 risiede a Sant'Antioco, suo paese di origine. Ha cominciato a scrivere racconti e romanzi all'età di sedici anni, e a partire dal 2013 ha collaborato saltuariamente con la rivista online "Il Malpensante", principalmente in veste di redattore musicale. Dopo alcune esperienze di self-publishing sul portale "ilmiolibro", nel 2017 ha vinto la sesta edizione del premio letterario Rai "La Giara" con il romanzo "Il Grande Erik", opera risalente al 2010.

Sinossi de “Il Grande Erik”: 
Julius è un lavorante diciottenne del circo del Grande Erik, figlio di due grandi artisti dei tempi d’oro, Anita la trapezista e Agenore il domatore, di cui, purtroppo, non ha ereditato il talento: non sa farsi obbedire dagli animali, non sa far ridere, non sa volare e odia esibirsi. L’unica luce nel lento declino da cui si sente circondato è la giovane e vivace Polly Jean, una ragazzina senza più famiglia che ha scelto di vivere da nomade e di aggregarsi alla carovana. Julius se ne innamora, ma non è più tempo, per lui, di abbandonarsi ai sogni: all’orizzonte si profila la sfida con il mondo reale. Gli Hell’s Boys, una banda di motociclisti violenti che controllano il territorio, reclamano parte degli incassi e le loro angherie minacciano di completare la rovina di una compagnia già molto sgangherata. Ora il destino del tenero, strampalato mondo di Julius – dai clown alla donna cannone, dall’elefante Annibale II alla vecchia tigre Liz – è nelle mani di un diciottenne che non ha mai davvero creduto in se stesso. Con una coinvolgente e autentica nuova voce narrativa, Filippo Lorrai ci trasporta nell’epopea dell’ultima gloriosa stagione del circo, nel mondo avventuroso dei suoi tanti personaggi alla ricerca di un’improbabile ma necessaria riscossa. Una storia  che ci porta a chiederci, una volta di più: in che cosa crediamo, di che cosa siamo capaci, e che cosa amiamo davvero?